venerdì 2 marzo 2012

Venerdì del libro: dentro la foresta.


Era da tempo che non leggevo un romanzo di Roddy Doyle, l'avevo scoperto con “Paddy Clarke ah ah ah” ne era rimasta letteralmente affascinata, dopo questo capolavoro avevano fatto seguito “Bella famiglia”, “Due sulla strada” e “La donna che sbatteva nelle porte” poi più niente fino a un paio di settimane fa quando mi sono ritrovata a leggere “Dentro la foresta” di nuovo una storia raccontata dalla parte di ragazzi, di nuovo un romanzo che ti cattura, ti tiene incollato alle pagine e che ti lascia la voglia di andar avanti nella lettura anche se è finito da un pezzo, già perché quando Roddy Doyle s’immedesima nei ragazzi è strepitoso, ha una scrittura secca, coincisa ma magistralmente efficace.
Sono due storie che partono assieme si dividono poi si ricongiungono, due storie parallele di mamme che si perdono e forse si ritrovano, due bambini e un’adolescente, un viaggio/fuga ai confini del Circolo Polare Artico descritto così bene che ti sembra di viverlo.

Lo consiglio a tutte ma soprattutto alle mamme di figli maschi perché leggendolo vi sentirete orgogliose di avere dei bambini litigiosi in casa, non posso però svelarvi il motivo perché altrimenti vi rovino il finale.

Il venerdì del libro è un’iniziativa del blog di homemademamma.

KeAle

21 commenti:

  1. Grandissimo Doyle: questo non l'ho letto, ma lui è una garanzia!

    RispondiElimina
  2. non conoscevo questo libro né tantomeno l'autore, quindi mi segno entrambi... anche se non ho figli maschi!
    Grazie grazie e attendo il tuo suggerimento per libro "creativo" ;)

    RispondiElimina
  3. ho avuto anch'io il periodo roddy doyle, questo però mi manca!

    RispondiElimina
  4. Non lo conoscevo, grazie della segnalazione...

    RispondiElimina
  5. @la povna
    Vedo che anche te sei una fan dello scrittore iralndese, bene, se ti capita tra le mani leggilo.

    @monica mimangiolallergia
    segna e poi mi farai sapere

    ecco il link dove puoi sbirciare un paio di pagine di pittura con le dita, il libro "fingerprint drawing book" lo trovi su amazon

    http://thebeastmark.blogspot.com/2009/06/fingerprint-drawing-book.html

    @stima di danno
    sai che non mi ricordo mica come sono uscita dal tunnel di Doyle, comunque adesso ci sono ricascata.

    RispondiElimina
  6. Grazie. Lo leggerò ai mie maschi!

    RispondiElimina
  7. Devo trovare questo libro e scoprire il finale! Jessica

    RispondiElimina
  8. Presente! grazie del consiglio prezioso! :-)

    RispondiElimina
  9. Figli maschi litigiosi in casa? Eccomi, grazie, non lo conoscevo per niente.
    Ciao,
    Michela

    RispondiElimina
  10. @6cuorieuna casetta
    leggilo prima te.
    @jessica
    Felice di averti incuriosito.
    @vogliounamelablu e michela
    prego, dopo averlo letto sopporterete l'ennesima litigata tra i due con un sorriso sulla labbra. Purtroppo l'effetto finisce in breve tempo.

    RispondiElimina
  11. Come mamma di due maschi mi incuriosisce la tua proposta... non so quando riuscirò a leggerlo perchè la lista diventa sempre più lunga e il tempo sempre meno :-/

    RispondiElimina
  12. Ho una sola bimba, ma sono incuriosita, e soprattutto ho un'amica cara con due maschietti "ruspanti" (o guerrieri per omaggiare Jessica), per cui segno per un regalo! ciao!

    RispondiElimina
  13. Anche io ho letto un libro di Roddy Doyle "una stella di nome Henry", se ti posso proprio dire la verità mi è risultato un pò pesante, probabilmente per il tema trattato (è un romanzo politico in una Dublino piena di rivoluzionari indipendentisti....)comunque il suo modo di scrittura mi è piaciuto molto, mi segno questo libro e gli altri che hai consigliato!!!Ci voglio riprovare!!!!
    Sempre di irlandese, ma il genere è più leggero, anche se affronta sempre tematiche legate alla vita in Irlanda, è Brendan O'Carroll che ha scritto una serie di libri su Agnes Browne...a me sono piaciuti molto, ha affrontato tematiche importanti con ironia!!!

    RispondiElimina
  14. Mi incuriosisci....mi segno il titolo.grazie:-)

    RispondiElimina
  15. Autore che conosco solo di nome... Un maschietto in casa c'è... Mi segno il titolo.

    RispondiElimina
  16. Leggo per la prima volta il nome di questo scrittore: mi fa piacere conoscere autori nuovi, quindi terrò conto dell'indicazione!
    Io poi ho un figlio maschio, anche se uno solo e pure piccolo piccolo (14 mesi!)...

    RispondiElimina
  17. Arriva la primavera e cambi il look del blog? Brava! IO vorrei farlo ma ho paura di combinare casini, ho fatto il back up ma se poi non riesco a sistemarlo?
    Ci penserò
    Paddy Clarke mi ricordo che era stato una specie di caso letterario ma non lo avevo letto. Mi sa che mi sono persa qualche cosa.
    Mi sembra un testo abbastanza semplice da poter essere letto tra una chiamata di un piccolo e quella di un compagno stampellato. Che fatica in questi giorni! Scusa l'OT
    Tengo in mente.

    RispondiElimina
  18. @aliceland
    Ti capisco benissimo, pure io ho una lista bella lunga

    @Ci
    A te incuriosisce e per la tua amica può essere una piacevole scoperta perciò in un modo o nell'altro devi comprarlo!

    @CreaFamily
    Roddy Doyle di “una stella di nome Henry", è un altro scrittore, io l’avrei scartato con quel libro, quelli che ho citato io sono di un altro genere e se ti piace l’irlanda sono da leggere. La conosco Brendan O'Carroll, mia mamma è una sua lettrice.

    @sly
    Prego

    @Stefania
    Nel libro è l’unione tra i due fratelli che fa la forza ma anche tra fratello e sorella può venire fuori questa energia, perché no.
    @maris
    Per il futuro va benissimo, adesso il tuo piccolo non è ancora nella fase litigiosa!

    @mammozza
    Ma veramente l’ho fatto senza pensare, però non ho ancora trovato una veste grafica che mi soddisfi completamente, oltre al backup non ho fatto niente e non ho perso niente perciò buttati.
    Paddy Clarke per me è un capolavoro.
    Tranquilla, questo lo puoi leggere in pochi giorni anche con disturbi esterni.

    RispondiElimina
  19. * Grazie prendo senz'altro nota... vale anche per nipotini litigiosi???
    * Bellissimo l'arcobaleno di magliette ^____^
    Tante gioiose giornate
    nonnAnna

    RispondiElimina
  20. @nonnAnna
    Come no.

    L'arcobaleno è fatto con pezze di lane in attesa di riutilizzarle in qualche maniera.

    RispondiElimina

Grazie per lasciare un commento.
Abbiamo dovuto sospendere i commenti anonimi per non ritrovarci inondate di spam. Scusateci.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...